Il progetto Walls in Europe

Scritto da Angelica Caiafa - 3AS il 31 Marzo 2010.

Da settembre 2009 , gli alunni della classe 3^AS  stanno lavorando con la classe 2^CS per un importante progetto Comenius che riguarda anche altre tre scuole europee: una polacca, una tedesca e una svedese. Questo lavoro ha lo scopo di trattare in modo approfondito la storia dei ‘muri’ europei, “approfittando” anche del ventesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino. Per questo motivo, il progetto è stato intitolato proprio “Walls in Europe” e gli argomenti legati ai ‘muri’, che i ragazzi stanno affrontando, continuano a diventare sempre più coinvolgenti.

Il motivo di tanto entusiasmo è semplice: i ragazzi hanno la possibilità di gestire autonomamente gli argomenti, collegandoli alle materie scolastiche. Un ‘muro’ può infatti essere una struttura ben visibile, ma anche virtuale, creata dai conflitti che nascono tra le persone. Ecco dunque un ottimo argomento da trattare durante le ore di scienze sociali.
Questo progetto, con il passare dei giorni sta diventando sempre più concreto, grazie all’attivo lavoro degli studenti coinvolti.
Ogni classe è stata divisa in cinque gruppi (storico, multilingue, musicale, di ricerca e art & drama); essi hanno il compito di approfondire il tema principale, secondo le caratteristiche che riguardano la categoria di appartenenza.
Nello specifico, il gruppo storico si impegna a cercare notizie e documenti storici  che riguardano i vari ‘muri’ italiani; il gruppo multilingue traduce in inglese tutti i documenti che verranno poi utilizzati per il progetto; il gruppo musicale si impegna a cercare canzoni che hanno a che fare con i conflitti e con i ‘muri’; il gruppo di ricerca produce sondaggi da consegnare ai parenti dei ragazzi tedeschi, mentre, infine, il gruppo art & drama sta progettando una piccola scena teatrale alla quale parteciperà l’intera classe e che prevede la costruzione di un muro umano che sarà destinato a spezzarsi.  Questa scenetta verrà accompagnata da canzoni, proiezioni di immagini, poesie e frasi d’effetto.
Gli alunni delle quattro scuole si stanno inoltre tenendo in contatto tramite un sito internet (e-twinnings) che permette loro di potersi scambiare informazioni, video, documenti e di fare delle video conferenze. A metà ottobre gli alunni polacchi sono stati accolti in Italia dagli studenti del nostro istituto ed hanno condiviso la realizzazione di una parte del progetto.
Gli studenti delle due classi del “Belli” partiranno il 25 maggio per Berlino; verranno accolti nella scuola tedesca, dove parteciperanno ad un evento che permetterà loro di mostrare il progetto compiuto. Tale evento riunirà così le quattro scuole coinvolte. Gli studenti del nostro Istituto aspettano entusiasti  questa data memorabile e non vedono l’ora di partire, felici di aver collaborato ad un progetto così importante.

Ti potrebbero interessare