Scrivono i Prof

Premio Livenza 2020 – Lions Club di Motta di Livenza

Scritto da Redazione il 13 Ottobre 2020.

Premio Livenza 2020 – Lions Club di Motta di Livenza
GRANDI SOGNI, GRANDI TRAGUARDI PER I NOSTRI STUDENTI
 
Domenica 04 ottobre 2020 a Villa Revedin, Gorgo al Monticano, in occasione dell'apertura dell'anno Lionistico è stato consegnato il Premio Livenza 2020 alla dottoressa Giulia Prosdocimo.
Il Premio Livenza è un riconoscimento che viene dato ogni anno dal Lions Club a persone o Enti che sono particolarmente distinti nel loro campo lavorativo o benefico e che fanno onore al territorio mottense.
Quest'anno il Lions Club di Motta di Livenza lo ha dedicato a questa illustre ricercatrice nata e cresciuta a Motta di Livenza, trasferita poi a Portogruaro dove ha frequentato il liceo linguistico Marco Belli e, succesivamente a Trieste, dove ha conseguito a pieni voti sia la laurea triennale in Biotecnologie, che la laurea magistrale in Biotecnologie Mediche. A Trieste ha anche conseguito il dottorato, presso l'istituto di ricerca internazionale ICGEB (International Center for Genetic Engineering and Biotechnology), sotto la guida del Professor Mauro Giacca. Il focus delle ricerche del laboratorio e del suo lavoro di dottorato, è la rigenerazione del cuore dopo l'infarto.
Lo studio svolto ha dimostrato come la somministrazione di un piccolo RNA (acido nucleico che si forma a partire dal DNA), chiamato microRNA-199, sia in grado di stimolare la rigenerazione del cuore del maiale, portando al recupero quasi completo della funzionalità cardiaca a un mese dopo l'infarto. Il microRNA-199 °, somministrato dopo l'infarto, è in grado di "svegliare" i cardiomiociti dei maiali adulti ed indurli a proliferare, creando un nuovo tessuto perfettamente funzionante.
Negli ultimi anni, provando ad utilizzare le cellule staminali, per la prima volta è stato compreso come sia possibile riparare il cuore in un animale di grossa taglia stimolando direttamente le proprietà delle cellule cardiache sopravvissute al danno.
Questo successo è stato riconosciuto anche dalla prestigiosa rivista scientifica “Nature”, che ha deciso di pubblicare e valorizzare ulteriormente tale lavoro.
La dottoressa Prosdocimo ha approfondito i suoi studi presso la Temple University of Philadelphia, Pennsylvania e all'Open University di Cambridge, dove ha conseguito un PhD in Life Sciences- ICGEB dal 2014 al 2018.
Dopo il dottorato, conseguito nel febbraio 2018, la dottoressa Prosdocimo ha deciso di lasciare la ricerca di base, per una ricerca scientifica più applicativa. Da quasi due anni, infatti, lavora nel reparto di Ricerca e Sviluppo di un'azienda padovana, Alifax, che si occupa di creare nuove tecnologie per la diagnosi di batteri e virus.
Noi insegnanti del Marco Belli siamo orgogliosi di averla avuta nel nostro Istituto ed auguriamo ai nostri attuali studenti di puntare a raggiungere questi ambiti livelli, grazie anche al suo esempio, che evidenzia la sua grandissima dedizione allo studio ed alla ricerca.
 
Nella foto la dottoressa Prosdocimo che riceve il Premio Livenza dal Presidente del Lions di Motta di Livenza, il sig. Loris Sutto e, a sinistra, le professoresse dell'Istituto “Marco Belli” Milena Lorenzon e Maria Grazia Zecchinel. 

Ti potrebbero interessare