Progetti e attività

Premio Consiglio Comunale 2014

Scritto da Graziella Bellomo, docente coordinatrice progetto il 27 Giugno 2014.

Gli studenti delle classi 3AE, 3BL e 3BU hanno partecipato, quest’anno, alla proposta formativa della 11^ Edizione del Premio Consiglio Comunale di Portogruaro, premio che rientra nell’ambito del progetto “Città Educative”. Tema trattato: Conciliazione della vita professionale, familiare e privata, ovvero: “Conciliamo?”
I video BE TOGETHER, NOT ALONE e UOVA E PROSCIUTTO hanno vinto ex aequo il II° premio per le scuole secondarie di II° grado. Il I° premio della sezione, invece, è andato allo spot DUE SEMPLICI GIORNATE realizzato dagli studenti della classe 3a B dell’ I.S.I.S. “L. Da Vinci”.
Qui pubblichiamo, in condivisione, gli spot realizzati dai nostri studenti per questa 11^ Edizione del Premio, insieme ai video realizzati lo scorso anno per la 10^ Edizione del Premioche aveva per tema “Cittadinanza Attiva”e per la quale erano stati assegnati il I° premio al video IGNAVI ATTIVI  della classe ex 3CL e il III° premio al video (E)LEZIONI DI VOTO realizzato dalla ex 3BE.

 
 
 
 
 
  
BE TOGETHER, NOT ALONE
Il nostro video è nato da una discussione e un confronto in classe da cui sono emerse molte idee diverse che però si sono rivelate stereotipi. Alla fine abbiamo deciso di sviluppare il video mettendoci dal punto di vista dei bambini perché ci siamo resi conto che a loro, ai loro bisogni, ai loro desideri si presta poca attenzione. 
Dai recentissimi dati Istat è emerso che il numero delle nascite in italia è diminuito molto e ci viene da pensare che questo avvenga anche per la paura dei potenziali genitori di non potersi prendere abbastanza cura dei figli. Siamo quindi orgogliosi di aver capito che era questo il punto caldo e di aver affrontato così la tematica della conciliazione famiglia-lavoro, perché il futuro si giocherà qui: nella capacità degli adulti di prestare attenzione ai più piccoli perché tutti i bambini di tutti i tempi hanno bisogno dei grandi per crescere. 
Nel rappresentare la nostra idea abbiamo diviso il video in due parti: nella prima abbiamo mostrato una situazione problematica e nella seconda abbiamo ipotizzato una soluzione, infatti i nostri docenti ci stanno insegnando che è giusto criticare ma bisogna anche cercare di porre rimedio a ciò che non va bene. Abbiamo inserito una parte in cui si vede una culla con all'interno un neonato circondato da tante persone. Piano piano le persone si allontanano fino a lasciare solo il bambino. Questa scena serve a mostrare come nella vita man mano che si cresce si perdano delle persone. Insomma, il messaggio del nostro video è questo: nessun uomo e nessuna donna deve essere costretto a scegliere tra famiglia e lavoro.
Gli studenti della 3BL
 
 
 
 
 
 
 
 
UOVA E PROSCIUTTO
Nel considerare il tema proposto, Conciliare famiglia e lavoro, ci siamo quasi da subito trovati a ragionare sul modo di vivere le esperienze in generale: offriamo tutto di noi o ci mettiamo solo una parte del nostro? E poi, quale la scelta da fare in famiglia? Essere tutto casa o tutto lavoro?
Il breve testo di Grey’s Anatomy che pone l’alternativa Uova o Prosciutto?  ha fatto al caso nostro. Se i genitori danno tutti se stessi sul lavoro, che qualità di vita famigliare rimane per i figli? Se i genitori spendono tutte le energie per la famiglia, quale qualità di vita per loro?
Conciliare lavoro e famiglia, anche se a volte può sembrare proprio un sogno irrealizzabile, è certamente un obiettivo da perseguire nonostante la difficoltà di armonizzare questi fondamentali della vita; un obiettivo che noi vogliamo credere possibile.
Ringraziamo i nostri docenti, l’Amministrazione Comunale e, in particolare, la prof.ssa Elena Grassi che ci ha guidato con professionalità e delicatezza.
Gli studenti della 3BU
 
 
 
 
 
 
 
 
LE PORTE DELLA VITA
Nel pensare al tema proposto abbiamo dovuto un po’ immedesimarci nei ruoli dei nostri genitori che devono conciliare famiglia e lavoro e considerare le conseguenze di una mancata conciliazione. Non è insolito che, a casa, i genitori, con qualche nervosismo e tensione, mostrino la difficoltà di conciliare queste due dimensioni fondamentali della vita.
Se i genitori prediligono il lavoro, spesso sono assenti da casa e capita che i figli lasciati più soli, più facilmente possano desiderare di trasgredire le buone regole di vita, si ribellino e diventino così fragili e vulnerabili.
È molto importante trovare un equilibrio fra lavoro e famiglia e, in questo, è certamente utile, fra l’altro, che i genitori coinvolgano i figli nella gestione della vita famigliare.
L’esperienza, la prima del genere per molti di noi, seppur breve e limitata, è stata da noi gradita. Abbiamo avuto la possibilità di comprendere meglio il lavoro di un regista, i vari aspetti della produzione di un video e l’importanza di lavorare in gruppo.
Gli studenti della 3AE
 
   

 

   
     
 
Le gallerie complete degli spot realizzati dagli studenti delle scuole di Portogruaro che hanno partecipato al percorso di laboratorio viedo sono consultabili alle pagine seguenti:
 
 
 
 
 
 

Ti potrebbero interessare