Progetti e attività

Libri da ascoltare

Scritto da Allieva di classe prima il 14 Marzo 2018.

Libri da ascoltare

 Nicola Yoon, Noi siamo tutto.

Anna Tood, After.

 

 

 Jojo Moyes, Io prima di te

 Jostein Gaarder, La ragazza delle arance

 Luciano Spinelli, Insieme.

 J.K. Rowling, Buona Vita a Tutti.

 David Levithan, Ogni giorno.

 Paolo Giordano,
 La solitudine dei numeri primi.

 Jamie McGuire, Uno splendido disastro.

 Alessandro D'Avenia,
 Bianca come il latte, rossa come il sangue.

 Sara Barnard, Fragile come noi.

 Agatha Christie,
 Assassinio sull'Orient Express.
 Enrico Gagliano, Eppure cadiamo felici.  John Green, Colpa delle stelle.

Cosa c'è di veramente importante e bello nel mondo? 
Molti possono rispondere a questa domanda utilizzando dei nomi di marche di autovetture o apparecchi tecnologici prestigiosi. Altri potrebbero semplicemente rispondere citando titoli di libri. Avete presente i libri? Quei rettangolini colorati con delle scritte sulla copertina che contengono altri piccoli rettangolini bianchi? Ecco quelli. 
I libri, nonostante non siano niente di speciale, apparentemente, sono fondamentali: lo sfogliare delle pagine ingiallite e la lettura delle parole in neretto scritte sopra di esse sono come musica e arte alle orecchie e agli occhi dei lettori.

Un libro ti fa vivere molte vite, ti fa desiderare di vivere dei momenti che nella realtà sai che probabilmente non potranno mai avvenire. Ti fa sognare ad occhi aperti 
un mondo nuovo, 
un mondo senza regole, 
un mondo senza tecnologie, 
un mondo in cui il romanticismo e la vergogna non avranno alcun collegamento tra loro, 
un mondo in cui chiunque è libero di esprimersi come vuole, di mostrare sé stesso di fronte agli altri, 
un mondo in cui non esiste dolore, in cui non esiste il bullismo o un prototipo di perfezione, 
un mondo in cui tutti noi potremmo essere perfetti anche con i nostri difetti, 
un mondo in cui non vieni escluso anche se non sei magro, se sei troppo truccato o se ti vesti in un certo modo, 
un mondo senza pregiudizi né maschere
un mondo dove basterebbe essere naturali senza dover ricorrere sempre a nuove creazioni per soddisfare il nostro bisogno di sentirci superiori agli altri. 

Un libro può essere un passatempo, 
un compagno di avventure, 
una spalla su cui versare lacrime che tanto sai che prima o poi verranno assorbite e dimenticate da tutti tranne che da “lui”.

Un libro però può anche condannare. 
Condanna le persone ad escluderti dal mondo per ore e ti fa desiderare di non andartene più da quel pianeta immaginario, e poi, così all'improvviso, ti riporta alla realtà. Una realtà crudele. 

Ogni libro ha trame diverse, titoli diversi, protagonisti e sviluppo della storia diversi. Ma il finale può essere caratterizzato da un'eguale parola: imprevedibile.
Perché in fondo è questo che sono le storie: sono imprevedibili. Non sai come cominciano, né come continuano e neppure come finiscono. O almeno finché non le leggi. Ogni libro letto corrisponde ad una vita, un anno di vita passato che ormai è cominciato e si è già concluso, una storia che arricchisce la tua vita, la rende migliore, la rende colorata. E la sfuma a proprio piacimento. Ti apre gli occhi su quanti ostacoli puoi trovare non appena giri l'angolo mentre cammini spedito e felice lungo la tua strada.

Ognuno ha scopi differenti nella propria esistenza. E il nostro, caro lettore, è quello di farti ascoltare quanto i libri possano significare tanto nella vita di qualcuno, nonostante il loro aspetto ordinario, quanto essi siano potenti e forti, nonostante la loro piccola dimensione, quanto essi siano in grado di farti provare un'esplosione di emozioni anche solo utilizzando delle semplici parole nelle quali potrai rispecchiarti, nonostante la storia che esse raccontano non sia la tua.

La tua storia, infatti, devi costruirla tu stesso. 
Incomincia da ora non leggendo, ma ascoltando i dodici assaggi di libri che trovi qui sotto.

Buon ascolto e, chissà, …. Buona lettura.

Ti potrebbero interessare