Progetti e attività

Berlino

Scritto da Giulia Colledan – 5 AS il 09 Aprile 2010.

Noi ragazze della classe 5 AS, accompagnate dai docenti di Scienze Sociali Dario Schioppetto e di Diritto Giuseppe Dominelli, abbiamo partecipato al viaggio d’ istruzione che si è tenuto a Berlino dal 28 febbraio al 5 marzo 2010.
Dopo il viaggio in aereo, per la verità traumatico per alcune di noi, e dopo la sistemazione in albergo, la prima giornata si è conclusa con una passeggiata lungo il Kufürstendamm, ossia il viale principale della città.

Nei giorni successivi abbiamo visitato il museo di Pergamone che ospitava resti e monumenti dell’ antica città di Pergamone oltre a numerosi arazzi di origine islamica e a diverse sculture elleniche.
Il museo del Checkpoint Charlie, invece, che si trova dove si ergeva il muro che separava la zona americana da quella russa, raccoglie, sotto forma di fotografia, le testimonianze di ciò che la costruzione del muro ha comportato negli anni.
Fra il caffè di Starbucks e le foto con i tipici orsi berlinesi, abbiamo ammirato le modernissime costruzioni presenti a Berlino, ad esempio gli enormi edifici di vetro e la cupola futuristica di Potsdammer Platz.
Successivamente abbiamo passeggiato lungo il viale Unter den Linden fino ad arrivare alla famosa Porta di Brandeburgo, oltre la quale vi era il Reichstag, il Parlamento tedesco, dove abbiamo potuto visitare la cupola di vetro e specchi, costruita circa vent’ anni fa come simbolo della trasparenza dell’attività politica tedesca dopo la caduta del Reich.
Anche se con qualche errore nella scelta della linea della metropolitana, abbiamo raggiunto il museo di Storia Naturale che, con lo scheletro di dinosauro più grande del mondo e tanti animali impagliati, ha stupito tutta la classe. Nel museo abbiamo avuto la possibilità di ammirare anche le “ricostruzioni” degli ominidi e numerosi fossili.
A causa del tempo nuvoloso non abbiamo potuto salire sulla Torre della Televisione presente ad Alexander Platz, ma anche la vista del basso rendeva l’idea della sua imponenza.
Dopo un pomeriggio al Kadewe, un enorme centro commerciale, abbiamo visitato una Cappella molto particolare costruita a fianco ai resti della Cattedrale bombardata negli ultimi anni della Seconda guerra mondiale.
L’ ultima sera abbiamo cenato in un delizioso ristorante argentino, gustando chimichurri ed altre salse anche molto piccanti.
Il mattino successivo, dopo la sveglia all’alba, abbiamo preso l’ aereo di ritorno con un po’ di tristezza ma entusiaste del viaggio che ha lasciato qualcosa di speciale dentro ognuna di noi.

Ti potrebbero interessare