Progetti e attività

Presente, Futuro: Università di Bolzano e mercatini.

Scritto da Tommaso Fagotto il 09 Dicembre 2014.

Presente, Futuro: Università di Bolzano e mercatini.
Appena a casa butto il borsone a terra. Ciao mamma. Vado diretto in bagno, che ho bisogno di una doccia.  È la solita doccia, la solita acqua, il solito bagno. Anch’ io sono il solito, solo un po' stanco. È che sono appena tornato da Bolzano. 
Due giorni ormai passati all'insegna del futuro, tra arte moderna, università moderna, città moderna, negozi moderni, mercatini di Natale, moderni anche quelli, e - stavolta mi tocca dirlo - professoresse moderne.
Ci troviamo in stazione e, una volta tutti, partiamo, in autobus. Son seduto in parte a Ludovico; almeno ho qualcuno con cui parlare. Ma lui ascolta la musica. 
Cerco con aria disperata nello zaino, nelle tasche, per terra, mi guardo attorno, molto vicino al suicidio: non ho le cuffiette. Ci metto un po' a farmelo andar bene, ma poi mi metto a guardare fuori dal finestrino per dimenticare e per passare il tempo. È bello.

Marco Belli VideoUpdate / 2 ottobre - 3 dicembre 2014

Scritto da Gli studenti della 4AE il 08 Ottobre 2014.

Contribuisci a migliorare e aggiornare la dotazione tecnica dell’Istituto per quanto riguarda la produzione di video!

Sempre più spesso le classi del Liceo Marco Belli (come di tante altre scuole) sono chiamate a cimentarsi nella produzione di spot video, cortometraggi o anche a documentare in video degli eventi o delle esperienze vissute insieme (il concerto-spettacolo di fine anno, i viaggi d’istruzione e le visite guidate).

A questo scopo molti alunni (anche la nostra classe) hanno seguito dei corsi in orario scolastico per apprendere i rudimenti della cinematografia. Tuttavia la strumentazione in possesso all’Istituto per quanto di buona qualità è purtroppo obsoleta soprattutto per la fase di editing e montaggio.
Utilizzando la piattaforma web School-Raising, assieme alla Associazione Dimensione Cultura e la Fondazione Santo Stefano, vogliamo provare a raccogliere i fondi sufficienti per poter acquistare una nuova videocamera, un software di editing video professionale e un computer portatile adeguato al compito di elaborare velocemente file video di grandi dimensioni.
 
crowdfundinf-belliSentiti coinvolto anche tu in questa campagna di raccolta fondi, presto anche tu produrrai assieme ai tuoi compagni un video per la scuola e per voi.
 
Puoi fare la tua donazione visitando il sito progetti.schoolraising.it che ospita il nostro progetto e accetta pagamenti con carte di credito, carte prepagate e bonifici bancari a partire da 5 euro o puoi donare anche a scuola mettendo la cifra che vuoi offrire nella raising-box che sarà messa nell’ atrio della scuola.
 
Guarda lo spot promozionale che abbiamo prodotto cliccando sull'immagine qui a lato.
Se donerai attraverso il sito web avrai una piccola ricompensa al termine della campagna.
 
Forza, abbiamo due mesi per raccogliere i 3000 euro necessari, inizia il conto alla rovescia……
 

Broadstair, Agosto 2014

Scritto da Redazione il 07 Ottobre 2014.

Broadstair, Agosto 2014
Nell’accingermi a fare il resoconto di questo viaggio di studio ho riflettuto molto sull’opportunità di destinarlo al giornalino scolastico: in fondo potrebbe formare oggetto di un tema piuttosto elementare. Poi mi sono convinta che, tuttavia, l’esperienza che abbiamo maturata i miei tredici compagni di ventura ed io, forse potrà tornare utile a tutti gli altri studenti del nostro Istituto che avranno l’intenzione e la fortuna di poterla ripetere nel prossimo futuro.
Ci siamo ritrovati, puntuali, all’aeroporto Marco Polo di Venezia, in tredici studenti e la professoressa di inglese. Espletate le operazioni previste dal  check-in, emozionatissime (userò fino in fondo il femminile perché eravamo tredici ragazze, la professoressa e un solo ragazzo), abbiamo salito la scaletta dell’aereo e poi via, in volo, verso Londra. Atterrate all’aeroporto di Gatwick, un autobus ci ha condotte a Broadstairs, nel Kent; questa è un’apprezzata e frequentata stazione turistica che ospita la “Kent School of English” alla quale eravamo state iscritte per un corso di studio della lingua inglese per due settimane.

Scambio con "9th Lyceum of Athens"

Scritto da Federico Cellotto e Chiara Ronchiadin il 06 Agosto 2014.

     
   
     
Un’esperienza molto gradita dai nostri studenti e, possibilmente, da ripetere con un nuovo gruppo nei prossimi anni scolastici! Ecco di seguito il racconto di due studenti che hanno partecipato allo scambio.
Prof.ssa Milena Milly Lorenzon
 
Si è da poco concluso lo scambio tra il nostro Istituto Liceo “Marco Belli” e il Liceo di Atene “9th Lyceum of Athens”. Un’ esperienza forte ed indimenticabile!! È a malincuore, infatti, che ci siamo imbarcati per la via del ritorno nella notte del 4 maggio, da quella splendida e unica città che è Atene. È stata una grande sorpresa scoprire che la Grecia non è quel paese malfamato e disastrato che spesso dipingono le radio e i media, né il covo di pazzi rivoluzionari e furbi delinquenti. 
Per alcuni di noi l’ingresso nelle famiglie con pranzo alle 16.30 è stato un po’ traumatico, ma già il primo giorno abbiamo cominciato a capire lo stile di vita dei nostri corrispondenti, che pur più giovani di noi apparivano già molto liberi e autonomi.
La scuola molto diversa: molto più piccola della nostra, costruita sul costone roccioso posto tra la zona alta della città e i molti quartieri residenziali. La sua curiosa struttura permetteva di entrare sia dal piano più alto che da quello più basso cosicchè gli studenti greci, che abitavano da entrambe le parti, potessero accedervi senza dover salire o scendere per la città. A parte questo intelligente accorgimento l’edificio ci è parso un pochino trasandato, ma ad ogni modo tenuto pulito dal personale.
La causa del suo degrado va forse rintracciata nell’evidente carenza di fondi statali; ogni classe infatti era imbrattata da vari scarabocchi e disegni mentre, l’altrimenti splendida vista su Atene, era rovinata dalle finestre scheggiate.
Nonostante ciò la posizione della scuola permetteva una grandiosa visuale su Atene, ai nostri occhi immensa e dall’alto splendida; in realtà la capitale greca era ben più piccola e meno popolata di quello che a noi pareva osservandola così dall’alto!!

Premio Consiglio Comunale 2014

Scritto da Graziella Bellomo, docente coordinatrice progetto il 27 Giugno 2014.

Gli studenti delle classi 3AE, 3BL e 3BU hanno partecipato, quest’anno, alla proposta formativa della 11^ Edizione del Premio Consiglio Comunale di Portogruaro, premio che rientra nell’ambito del progetto “Città Educative”. Tema trattato: Conciliazione della vita professionale, familiare e privata, ovvero: “Conciliamo?”
I video BE TOGETHER, NOT ALONE e UOVA E PROSCIUTTO hanno vinto ex aequo il II° premio per le scuole secondarie di II° grado. Il I° premio della sezione, invece, è andato allo spot DUE SEMPLICI GIORNATE realizzato dagli studenti della classe 3a B dell’ I.S.I.S. “L. Da Vinci”.
Qui pubblichiamo, in condivisione, gli spot realizzati dai nostri studenti per questa 11^ Edizione del Premio, insieme ai video realizzati lo scorso anno per la 10^ Edizione del Premioche aveva per tema “Cittadinanza Attiva”e per la quale erano stati assegnati il I° premio al video IGNAVI ATTIVI  della classe ex 3CL e il III° premio al video (E)LEZIONI DI VOTO realizzato dalla ex 3BE.

5DS - Stage a scuola

Scritto da Redazione il 15 Giugno 2014.

Noi, studenti della classe 5DS, abbiamo effettuato uno stage formativo presso l’Istituto Comprensivo "Romolo Oro" di San Donà di Piave. Abbiamo proposto ai bambini alcune lezioni e, in questo modo, abbiamo testato sul campo le conoscenze acquisite durante i cinque anni di persorso scolastico. Abbiamo approfondito alcuni argomenti inerenti al programma delle Scuole dell’Infanzia, di quelle Primarie e delle Scuole Secondarie di I° grado utilizzando ed elaborando alcune lezioni strutturate in base all’ età degli alunni.
Il video presenta, con brevi sequenze, l'attività svolta.

A che punto siamo con i lavori?

Scritto da Renato Rosito, coordinatore progetto il 07 Febbraio 2014.

A che punto siamo con i lavori?

1° aggiornamento progetto: percorso ricerca-sociale, i questionari

Con la collaborazione della dott.ssa Giada Fichera, gli studenti che sviluppano il percorso di ricerca-sociale delle classi 4AE e 4DE hanno messo a punto i due questionari che prossimamente saranno somministrati alla popolazione nel Portogruarese.Gli studenti sono stati divisi in piccoli gruppi di lavoro tenendo conto del loro comune di provenienza per facilitare gli incontri. Compito dei gruppi: formulare delle domande relative a due macro argomenti: turismo sostenibile e cittadinanza attiva. L’attività ha comportato la produzione di diverse bozze di questionario.

Attiva-mente Territoriale

Scritto da Renato Rosito il 25 Novembre 2013.

UN PROGETTO DEI GIOVANI CHE SI ISPIRA ALL' ALTRA ECONOMIA  PER VALORIZZARE IL TERRITORIO.
Grazie al finanziamento della Regione del Veneto, l'Istituto “Marco Belli” partecipa al progetto dal titolo “Attiva-mente Territoriale, cittadinanza attiva giovanile per lo sviluppo inclusivo, sostenibile, intelligente” . E' un progetto in collaborazione fra l'Istituto, il Comune di Quarto d'Altino, la Cooperativa Sociale Qualità, l'Associazione culturale La Carta di Altino e nasce dalla proposta di un gruppo giovanile.
1-attivamente
Una decina di giovani, fra i 18 e i 30 anni di età e di varia professionalità, hanno deciso, infatti, di valorizzare il proprio territorio ispirandosi ai valori dell' altra economia, il modello  economico che propone, al posto della centralità del profitto, uno sviluppo fondato sulle relazioni sane e non competitive, sulla cooperazione, sulla creazione di bene comune. È una idea di economia fondata sui principi di giustizia sociale, solidarietà, tutela dell’ambiente.
Questi giovani, divisi in due gruppi di lavoro, operano nelle aree di Altino e di Portogruaro. Mentre ad Altino lavorano prevalentemente alla promozione dell'area archeologica costruendo materiali per realizzare una mostra, a Portogruaro, assieme ai docenti del “Belli”, collaborano con quattro classi dell'Istituto per gli stage formativi curricolari dell'anno scolastico 2013-14.
La sezione portogruarese del progetto prevede che due classi, 4BEe 4CE, si occupino di produzioni video ed altre due, 4AEe 4DE, di ricerca sociale. Ciò è possibile grazie alle competenze professionali dei giovani ideatori del progetto, che sono appunto esperti in questi campi.

La mia esperienza in Brasile

Scritto da Carolina Grando il 26 Giugno 2013.

La mia esperienza in Brasile

Carolina Grando è un’allieva del nostro Istituto che ha partecipato ad un programma annuale di mobilità studentesca in Brasile con Intercultura. Durante questo periodo è stata ospite di una famiglia e ha frequentato una scuola media superiore nella comunità che l’ha accolta. Ho ricevuto la email seguente da Carolina ed invito tutti a leggerla. Prof.ssa Ortis Patrizia

Lo scorso febbraio, quando mi comunicarono che ero stata selezionata per il “Programma annuale in Brasile”, non la presi bene. Speravo e desideravo di trascorrere un anno negli Stati Uniti, ma ancor di più, in Canada, nel Quebec.
La delusione che provai nel sapere che sarei partita per il Brasile (Stato di San Paolo) era legata all´ignoranza popolare che lo giudica ancora come un Paese del terzo mondo, nonostante in questi ultimi decenni si sia sviluppato e la sua economia sia cresciuta considerevolmente tanto da inquadrarla tra le principali al mondo. Col passare dei giorni, mi convinsi del fatto che anche il Brasile sarebbe stato un ottimo paese dove trascorrere quasi un anno e vivere un´esperienza unica come poche.

Il disagio e la forza - Stage

Scritto da Studenti della 4DS il 19 Giugno 2013.

Quest’anno la classe 4Ds è stata coinvolta in uno stage intitolato “Il disagio e la forza”, in collaborazione con il CSM di Portogruaro. I veri protagonisti di questo progetto sono stati i pazienti del Centro: persone affette da disturbi psichici.

Per iniziare a conoscere meglio il mondo del disagio mentale, siamo stati affiancati dall’esperto esterno Erio Gobbetto, animatore all’interno dell’associazione Teatro Viaggiante. Erio ha promosso diversi incontri sia all’interno della nostra scuola che al Centro stesso, dove abbiamo incontrato varie persone che lavorano con i pazienti. Da loro abbiamo avuto l’opportunità di sapere in cosa consiste il loro lavoro, come si relazionano con queste persone e cosa li ha portati ad intraprendere questa carriera.

Ti potrebbero interessare