Progetti e attività

La mia esperienza di alternanza scuola-lavoro presso la mensa dei poveri di Portogruaro

Scritto da Luca Pallara, 3AA il 21 Giugno 2016.

Pasto BuonoIl due maggio ho iniziato l'esperienza di Alternanza scuola-lavoro. Mi sono presentato alla mensa dei poveri presso il centro “Sandro Pertini” di Portogruaro e ho iniziato subito a disporre le tovaglie, i tovaglioli e le posate in plastica sulle varie tavole. Nei giorni successivi ho servito ai tavoli, ho portato il pane, ho sparecchiato, ho aiutato a lavare le teglie e anche a pulire per terra con la scopa. Durante questa attività ho conosciuto i volontari che lì danno una mano, tutte persone simpatiche, che fanno parte di varie associazioni, tra cui l'Auser e la Croce Rossa.
Ho potuto notare che la mensa è frequentata da diversi tipi di persone: italiani poveri, a volte anche intere famiglie, vecchietti, gente di origine straniera, musulmani. La mensa è frequentata, in media, da dodici persone, quasi sempre le stesse.
Questa esperienza ha confermato la mia idea di crisi economica e di povertà che c'è in Italia ed io mi sono sentito e mi sento fortunato rispetto a queste persone...
Svolgere questa attività di Alternanza scuola-lavoro mi ha reso felice perché ho dato una mano alle persone più in difficoltà e mi ha anche aiutato a cercare di sconfiggere la mia timidezza.

La mia esperienza di teatro

Scritto da Luca Pallara, 3AA il 13 Maggio 2016.

La mia esperienza di teatro
Da novembre, il mercoledì, frequento il corso di teatro.
Mi è stato proposto dalla scuola e ho deciso di partecipare per provare una nuova esperienza.
 
L’ attività di teatro inizia alle ore quattordici e finisce alle sedici, si svolge presso la palestra dell’istituto “Luzzatto”. Vengo accompagnato dai miei genitori e, quando arrivo, trovo Alessandro, l’educatore, che mi aspetta. Sono già lì anche gli altri istruttori. Uno si chiama Stefano, è un attore che ha realizzato vari film in tv, è di statura media, simpatico, snello, ha i capelli grigi, parla tanto e fa battute divertenti. L’altra operatrice si chiama Martina, è giovane, ha i capelli neri, portamento dritto e voce allegra.
Altri studenti con cui faccio teatro sono Alex, un ragazzo simpatico, Ludovica, di statura media e piuttosto silenziosa, Edoardo, alto, simpatico e sorridente e, infine, c‘è Samuel, capelli neri e sempre allegro.

Congratulazioni Eleonora!

Scritto da Studenti 3AU il 08 Maggio 2016.

Congratulazioni Eleonora!
La nostra compagna di classe, Eleonora Brichese, è stata premiata come atleta dell’anno, per l’impegno ed i risultati raggiunti, da Johnny Minoia, vicepresidente della “Fondazione Caorle Città dello Sport”, durante la cena che si è tenuta giovedì 28 aprile 2016, organizzata dall’ “Associazione Festeggiamenti Sansonessa” in collaborazione con il Comune di Caorle.
Eleonora è impegnata nella stagione sportiva con l’associazione “Union Volley Jesolo” nel campionato under 18 e serie B2.
Brava, Eleonora!
I tuoi compagni di classe 3AU
 
Nella foto, al centro,  Eleonora Brichese, ai lati i due allenatori, Arianna Guiotto e Stefano Polato.

La donna non esce dalla testa

Scritto da Studenti di 3AU il 03 Maggio 2016.

I ragazzi di 3AU, nell'ambito del progetto Di persone si tratta, proposto dall'Amministrazione del Comune di Portogruaro, hanno elaborato il tema relativo alla violenza di genere realizzando questa breve presentazione. Buona visione!
Prof.ssa C. Gallo

Premio Consiglio Comunale - 12^ Edizione

Scritto da Redazione il 11 Settembre 2015.

Comune di Portogruaro - Premio Consiglio Comunale 2014-15
12^ Edizione - LA BIBLIOTECA CON I TUOI OCCHI

"La biblioteca è la fine del mondo" video premiato, prodotto dalla classe 2BU

"Leggere per fermare il tempo"
video prodotto dalla 2CL

"La biblioteca è la fine del mondo"
video prodotto dalla 2AE

STEP: laboratorio di teatro

Scritto da Prof Monica Imperatore e studenti il 08 Agosto 2015.

STEP: laboratorio di teatro
Si comincia letteralmente camminando, come se si tornasse bambini, come per imparare tutto per la prima volta: a camminare, a giocare, a ridere, a gridare, a piangere, a fidarsi, a lasciarsi andare… E così inizia il viaggio…
Mi risulta davvero difficile descrivere e raccontare il laboratorio di teatro del nostro Istituto, ci sono così tante cose da dire che mi rendo conto di far fatica a produrre una sintesi efficace.
Da molto tempo desideravo realizzare il sogno di introdurre nella mia scuola il teatro, per passione personale ovviamente, che è forse il primo motore che ci spinge nelle azioni della vita, ma soprattutto perché sono convinta del valore formativo di questa esperienza, a tutte le età e quindi, a maggior ragione, nella splendida giovinezza, quando si vive tutto a mille.
Mi sento pertanto, in prima battuta di ringraziare il preside Michele Zamborlini, che è stato il mio primo interlocutore, ha creduto alle mie parole e ha sostenuto fattivamente il progetto, e gli operatori dell’associazione ArtiVarti per la professionalità, l’impegno e la passione con cui hanno accompagnato gli studenti in questi primi due anni di cammino.
Quest’ultimo concetto ritorna anche perché quello che io pensavo come un semplice progetto di teatro in realtà si è realizzato come una Rassegna, identificabile con l’acronimo STEP (Scuola Teatro Educazione Portogruaro) che significa proprio ‘passo’; il primo passo anche di un vero e proprio evento culturale per la città ad opera di tutti gli Istituti superiori di Portogruaro.

Per un pasto buono - Relazione conclusiva

Scritto da Gli studenti delle classi Quinte dell'Economico-Sociale il 25 Luglio 2015.

Relazione conclusiva dell'attività di tirocinio di Alternanza Scuola-Lavoro, organizzata dal Dipartimento di Scienze Umane a cura degli studenti delle classi quinte dell'opzione Economico-Sociale. leggi la relazione

Bruxelles

Scritto da Chiara Ronchiadin e Beatrice Gasparini, 4AU il 17 Maggio 2015.

Bruxelles
In the month of December 2014 the townhall of Chionssent a letter to fifteen students between 14 and 18 years old.
They proposed us to participate in a writing competition writing an essay “Sakharov Prize”: this is a prize that the European Parliament offers every year to an important person that fights to guarantee people their rights. We decided to participate and to write about people who won this prize.
In March we knew we had won the competition and the prize was a trip to Bruxelles to visit the European Parliament for four days. We were so excited!
We left on Monday 20th April 2015; we took the plane and we left!
The first day we arrived to Leuven, a town located 20 km from Bruxelles, at four pm  and we visited this place. We saw the townhall and the church of the town. In the evening we went to a typical restaurant and we tasted the “stew made with beer,  meatballs with tomato sauce, the typical beer of Belgium and a dessert (Montblanc)”.

XXIII Olimpiadi di Filosofia indette dal MIUR

Scritto da Prof.ssa Antonella Barbuio il 11 Marzo 2015.

A sinistra Giulia Uliari, a destra Irene Murador, al centro Giulia Rossetto (3^ selezione regionale)
Quattro studentesse della classe 5DL hanno superato la fase d’Istituto delle Olimpiadi: 
Cesaro Giada e Uliari Giulia con la prova di filosofia in lingua italiana, Murador Irene e Rossetto Giulia con la prova di filosofia in lingua inglese. Sono state quindi ammesse alle selezioni regionali svoltesi il 24 febbraio 2015 presso il Liceo Statale “Antonio Pigafetta” di Vicenza.
La studentessa Giulia Rossetto è giunta 3^ nella posizione di merito per la selezione regionale di filosofia in lingua inglese.

Praticantato linguistico-professionale a Bamberg

Scritto da Dipartimento di tedesco il 10 Dicembre 2014.

Praticantato linguistico-professionale a Bamberg
Le studentesse, accolte come figlie in famiglia, hanno trascorso le settimane dal 14 al 26 settembre 2014 a Bamberg, cittadina apprezzata quale patrimonio mondiale dell’Unesco, mettendo a frutto quanto appreso negli anni di studio linguistico e hanno sperimentato l’inserimento in un ambiente di lavoro del tutto nuovo.
Come da consuetudine pluriennale, anche quest’anno ci siamo adoperati per offrire alle nostre studentesse e studenti la possibilità di sperimentare un praticantato linguistico, in Germania, precisamente a Bamberg, in Baviera. Si sono così realizzati 4 tirocini interamente finanziati, grazie al progetto presentato alla CCIAA di Venezia, dalla prof.ssa Beric Brankica.
Diverse sono state le candidate aspiranti allo stage di Bamberg. Le studentesse selezionate, Cesaro Giada, Sgnaolin Giorgia e Sarcetta Caterina, tutte studentesse dell’attuale 5DL e Sipos Elisa, studentessa dell'attuale 5CL, hanno avuto la meglio grazie all'eccellente media dei voti scolastici e alle competenze linguistiche dimostrate nelle certificazioni di First Certificate in Inglesee il Certificato B1 in tedesco del Goethe Institut.

Presente, Futuro: Università di Bolzano e mercatini.

Scritto da Tommaso Fagotto il 09 Dicembre 2014.

Presente, Futuro: Università di Bolzano e mercatini.
Appena a casa butto il borsone a terra. Ciao mamma. Vado diretto in bagno, che ho bisogno di una doccia.  È la solita doccia, la solita acqua, il solito bagno. Anch’ io sono il solito, solo un po' stanco. È che sono appena tornato da Bolzano. 
Due giorni ormai passati all'insegna del futuro, tra arte moderna, università moderna, città moderna, negozi moderni, mercatini di Natale, moderni anche quelli, e - stavolta mi tocca dirlo - professoresse moderne.
Ci troviamo in stazione e, una volta tutti, partiamo, in autobus. Son seduto in parte a Ludovico; almeno ho qualcuno con cui parlare. Ma lui ascolta la musica. 
Cerco con aria disperata nello zaino, nelle tasche, per terra, mi guardo attorno, molto vicino al suicidio: non ho le cuffiette. Ci metto un po' a farmelo andar bene, ma poi mi metto a guardare fuori dal finestrino per dimenticare e per passare il tempo. È bello.

Marco Belli VideoUpdate / 2 ottobre - 3 dicembre 2014

Scritto da Gli studenti della 4AE il 08 Ottobre 2014.

Contribuisci a migliorare e aggiornare la dotazione tecnica dell’Istituto per quanto riguarda la produzione di video!

Sempre più spesso le classi del Liceo Marco Belli (come di tante altre scuole) sono chiamate a cimentarsi nella produzione di spot video, cortometraggi o anche a documentare in video degli eventi o delle esperienze vissute insieme (il concerto-spettacolo di fine anno, i viaggi d’istruzione e le visite guidate).

A questo scopo molti alunni (anche la nostra classe) hanno seguito dei corsi in orario scolastico per apprendere i rudimenti della cinematografia. Tuttavia la strumentazione in possesso all’Istituto per quanto di buona qualità è purtroppo obsoleta soprattutto per la fase di editing e montaggio.
Utilizzando la piattaforma web School-Raising, assieme alla Associazione Dimensione Cultura e la Fondazione Santo Stefano, vogliamo provare a raccogliere i fondi sufficienti per poter acquistare una nuova videocamera, un software di editing video professionale e un computer portatile adeguato al compito di elaborare velocemente file video di grandi dimensioni.
 
crowdfundinf-belliSentiti coinvolto anche tu in questa campagna di raccolta fondi, presto anche tu produrrai assieme ai tuoi compagni un video per la scuola e per voi.
 
Puoi fare la tua donazione visitando il sito progetti.schoolraising.it che ospita il nostro progetto e accetta pagamenti con carte di credito, carte prepagate e bonifici bancari a partire da 5 euro o puoi donare anche a scuola mettendo la cifra che vuoi offrire nella raising-box che sarà messa nell’ atrio della scuola.
 
Guarda lo spot promozionale che abbiamo prodotto cliccando sull'immagine qui a lato.
Se donerai attraverso il sito web avrai una piccola ricompensa al termine della campagna.
 
Forza, abbiamo due mesi per raccogliere i 3000 euro necessari, inizia il conto alla rovescia……
 

Broadstair, Agosto 2014

Scritto da Redazione il 07 Ottobre 2014.

Broadstair, Agosto 2014
Nell’accingermi a fare il resoconto di questo viaggio di studio ho riflettuto molto sull’opportunità di destinarlo al giornalino scolastico: in fondo potrebbe formare oggetto di un tema piuttosto elementare. Poi mi sono convinta che, tuttavia, l’esperienza che abbiamo maturata i miei tredici compagni di ventura ed io, forse potrà tornare utile a tutti gli altri studenti del nostro Istituto che avranno l’intenzione e la fortuna di poterla ripetere nel prossimo futuro.
Ci siamo ritrovati, puntuali, all’aeroporto Marco Polo di Venezia, in tredici studenti e la professoressa di inglese. Espletate le operazioni previste dal  check-in, emozionatissime (userò fino in fondo il femminile perché eravamo tredici ragazze, la professoressa e un solo ragazzo), abbiamo salito la scaletta dell’aereo e poi via, in volo, verso Londra. Atterrate all’aeroporto di Gatwick, un autobus ci ha condotte a Broadstairs, nel Kent; questa è un’apprezzata e frequentata stazione turistica che ospita la “Kent School of English” alla quale eravamo state iscritte per un corso di studio della lingua inglese per due settimane.

Ti potrebbero interessare