Progetti e attività

Giovani e democrazia: due mondi separati?

Scritto da Lisa Bon il 05 Maggio 2017.

Giovani e democrazia: parole che molta gente non penserebbe mai di inserire nella stessa frase, se non con fini ironici o critici. I giovani: esseri indifferenti a tutto ciò che accade intorno a loro, che impassibili vedono scorrere il mondo davanti ai loro occhi e non fanno nulla per cambiarlo; la democrazia: un sistema di governo come un altro, sentito nominare dalla prof di storia o di diritto, probabilmente, ma nulla di più.
Ma tutto ciò ha riscontro nella realtà? O sono solo pregiudizi? Come sempre la verità sta nel mezzo, perché sì, sono molti i ragazzi totalmente estranei al tema, ma c’è anche chi si è reso conto dell’importanza della democrazia e vuole sfruttare la sua possibilità di parteciparvi attivamente.

First day - Erasmusplus - Venice

Scritto da Poles Aurora e Padovese Benedetta il 03 Maggio 2017.

First day - Erasmusplus - Venice

Dopo una mattinata trascorsa visitando i luoghi più significativi di Venezia, alle 17.00 ci siamo recati presso la Casa del cinema, poiché, all'interno del progetto "Erasmus+", il gruppo di Cineforum aveva il compito di presentare il primo lavoro inerente il film "No Pasaran".

La parola al corpo

Scritto da Aurora Poles il 24 Marzo 2017.

Quanti modi conosciamo per comunicare? Infiniti.

Ma quanti modi usiamo per comunicare? Pochi, pochissimi.
La voce. La voce è lo strumento che gli esseri umani utilizzano per ogni cosa, come se la voce fosse il modo migliore per esprimersi, come se le parole potessero mostrare agli altri ciò che veramente siamo, come se le parole fossero verità e non un vestito che scegliamo in base all'occasione, in base a chi abbiamo davanti, e così cambiamo il tono, la velocità e il lessico, mascherandoci ogni giorno, ogni secondo. 

Rivelare con “l’arte del mentire”

Scritto da Benedetta Padovese il 24 Marzo 2017.

Rivelare con “l’arte del mentire”

È difficile per le persone timide e insicure parlare in pubblico, figuriamoci farlo sopra un palco con un microfono. Nessun timido potrebbe mai pensare di iscriversi ad un corso di teatro, cosa che invece ad un piccolo gruppo di Terza BL e AL è stata proposta per il progetto Erasmus+.

La mia esperienza di alternanza scuola-lavoro presso la mensa dei poveri di Portogruaro

Scritto da Luca Pallara, 3AA il 21 Giugno 2016.

Pasto BuonoIl due maggio ho iniziato l'esperienza di Alternanza scuola-lavoro. Mi sono presentato alla mensa dei poveri presso il centro “Sandro Pertini” di Portogruaro e ho iniziato subito a disporre le tovaglie, i tovaglioli e le posate in plastica sulle varie tavole. Nei giorni successivi ho servito ai tavoli, ho portato il pane, ho sparecchiato, ho aiutato a lavare le teglie e anche a pulire per terra con la scopa. Durante questa attività ho conosciuto i volontari che lì danno una mano, tutte persone simpatiche, che fanno parte di varie associazioni, tra cui l'Auser e la Croce Rossa.
Ho potuto notare che la mensa è frequentata da diversi tipi di persone: italiani poveri, a volte anche intere famiglie, vecchietti, gente di origine straniera, musulmani. La mensa è frequentata, in media, da dodici persone, quasi sempre le stesse.
Questa esperienza ha confermato la mia idea di crisi economica e di povertà che c'è in Italia ed io mi sono sentito e mi sento fortunato rispetto a queste persone...
Svolgere questa attività di Alternanza scuola-lavoro mi ha reso felice perché ho dato una mano alle persone più in difficoltà e mi ha anche aiutato a cercare di sconfiggere la mia timidezza.

La mia esperienza di teatro

Scritto da Luca Pallara, 3AA il 13 Maggio 2016.

La mia esperienza di teatro
Da novembre, il mercoledì, frequento il corso di teatro.
Mi è stato proposto dalla scuola e ho deciso di partecipare per provare una nuova esperienza.
 
L’ attività di teatro inizia alle ore quattordici e finisce alle sedici, si svolge presso la palestra dell’istituto “Luzzatto”. Vengo accompagnato dai miei genitori e, quando arrivo, trovo Alessandro, l’educatore, che mi aspetta. Sono già lì anche gli altri istruttori. Uno si chiama Stefano, è un attore che ha realizzato vari film in tv, è di statura media, simpatico, snello, ha i capelli grigi, parla tanto e fa battute divertenti. L’altra operatrice si chiama Martina, è giovane, ha i capelli neri, portamento dritto e voce allegra.
Altri studenti con cui faccio teatro sono Alex, un ragazzo simpatico, Ludovica, di statura media e piuttosto silenziosa, Edoardo, alto, simpatico e sorridente e, infine, c‘è Samuel, capelli neri e sempre allegro.

Congratulazioni Eleonora!

Scritto da Studenti 3AU il 08 Maggio 2016.

Congratulazioni Eleonora!
La nostra compagna di classe, Eleonora Brichese, è stata premiata come atleta dell’anno, per l’impegno ed i risultati raggiunti, da Johnny Minoia, vicepresidente della “Fondazione Caorle Città dello Sport”, durante la cena che si è tenuta giovedì 28 aprile 2016, organizzata dall’ “Associazione Festeggiamenti Sansonessa” in collaborazione con il Comune di Caorle.
Eleonora è impegnata nella stagione sportiva con l’associazione “Union Volley Jesolo” nel campionato under 18 e serie B2.
Brava, Eleonora!
I tuoi compagni di classe 3AU
 
Nella foto, al centro,  Eleonora Brichese, ai lati i due allenatori, Arianna Guiotto e Stefano Polato.

La donna non esce dalla testa

Scritto da Studenti di 3AU il 03 Maggio 2016.

I ragazzi di 3AU, nell'ambito del progetto Di persone si tratta, proposto dall'Amministrazione del Comune di Portogruaro, hanno elaborato il tema relativo alla violenza di genere realizzando questa breve presentazione. Buona visione!
Prof.ssa C. Gallo

Premio Consiglio Comunale - 12^ Edizione

Scritto da Redazione il 11 Settembre 2015.

Comune di Portogruaro - Premio Consiglio Comunale 2014-15
12^ Edizione - LA BIBLIOTECA CON I TUOI OCCHI

"La biblioteca è la fine del mondo" video premiato, prodotto dalla classe 2BU

"La biblioteca è la fine del mondo" video premiato, prodotto dalla classe 2BU

"Leggere per fermare il tempo"
video prodotto dalla 2CL

"La biblioteca è la fine del mondo"
video prodotto dalla 2AE

STEP: laboratorio di teatro

Scritto da Prof Monica Imperatore e studenti il 08 Agosto 2015.

STEP: laboratorio di teatro
Si comincia letteralmente camminando, come se si tornasse bambini, come per imparare tutto per la prima volta: a camminare, a giocare, a ridere, a gridare, a piangere, a fidarsi, a lasciarsi andare… E così inizia il viaggio…
Mi risulta davvero difficile descrivere e raccontare il laboratorio di teatro del nostro Istituto, ci sono così tante cose da dire che mi rendo conto di far fatica a produrre una sintesi efficace.
Da molto tempo desideravo realizzare il sogno di introdurre nella mia scuola il teatro, per passione personale ovviamente, che è forse il primo motore che ci spinge nelle azioni della vita, ma soprattutto perché sono convinta del valore formativo di questa esperienza, a tutte le età e quindi, a maggior ragione, nella splendida giovinezza, quando si vive tutto a mille.
Mi sento pertanto, in prima battuta di ringraziare il preside Michele Zamborlini, che è stato il mio primo interlocutore, ha creduto alle mie parole e ha sostenuto fattivamente il progetto, e gli operatori dell’associazione ArtiVarti per la professionalità, l’impegno e la passione con cui hanno accompagnato gli studenti in questi primi due anni di cammino.
Quest’ultimo concetto ritorna anche perché quello che io pensavo come un semplice progetto di teatro in realtà si è realizzato come una Rassegna, identificabile con l’acronimo STEP (Scuola Teatro Educazione Portogruaro) che significa proprio ‘passo’; il primo passo anche di un vero e proprio evento culturale per la città ad opera di tutti gli Istituti superiori di Portogruaro.

Per un pasto buono - Relazione conclusiva

Scritto da Gli studenti delle classi Quinte dell'Economico-Sociale il 25 Luglio 2015.

Relazione conclusiva dell'attività di tirocinio di Alternanza Scuola-Lavoro, organizzata dal Dipartimento di Scienze Umane a cura degli studenti delle classi quinte dell'opzione Economico-Sociale. leggi la relazione

Ti potrebbero interessare