Progetti e attività

Scambio culturale “Marco Belli” – “Cégep de Chicoutimi”

Scritto da Riccardo Pauletto – 5 DS il 31 Marzo 2010.

Scambio culturale “Marco Belli” – “Cégep de Chicoutimi”

Lo scorso anno scolastico è iniziato il progetto di scambio culturale tra il nostro Istituto e gli studenti canadesi del Québec, iscritti al Cégep di Chiocoutimi, un istituto pre-universitario.
Questa attività ha coinvolto noi studenti delle classi 5° DS, 5° CS e 4° CS.
Con questa esperienza abbiamo potuto conoscere lo stile di vita, il modo di parlare, vestire, comportarsi e di pensare dei nostri coetanei del Québec.
Gli scambi culturali che organizza la nostra scuola sono dei veri e propri stage formativi, in cui si entra in contatto con culture, persone e luoghi diversi da quelli in cui siamo abituati a vivere ogni giorno. Ci si mette in gioco, ospitando i ragazzi nella propria casa ed essendo ospitati da loro, sforzandosi di parlare una lingua straniera. Nelle settimane dello scambio, si esce dalla routine del quotidiano e si fa un’esperienza affascinante ed utile che può entusiasmare ma anche far riflettere su di sé, sugli altri e sul nostro personalissimo modo di porci nei confronti del ‘diverso’ e delle nuove esperienze. Lo stage ci ha dato soprattutto il modo di sbirciare che cosa c’è in giro per il mondo, ben oltre i muri della scuola.
Mentre preparavamo l’accoglienza per i ragazzi canadesi, abbiamo scambiato i nostri contatti mail e facebook con i nostri futuri ospiti.

Biennale - Fare mondi

Scritto da Filip Gavran il 30 Marzo 2010.

La Biennale accoglie i visitatori dei suoi Giardini
con un’opera che va dritta al nocciolo della questione, senza indugiare: siamo in grado di plasmare il mondo, di conferirgli la forma che più ci piace.
Eppure, nel pieno della genesi dell’epoca della comunicazione,
non siamo capaci di trovare un punto in comune.

Si tratta dello scheletro di un globo, che all’equatore regge una fila di sedie, tutte diverse e rivolte rigorosamente verso l’esterno.
Gli ideogrammi cinesi nel nucleo portano, con la leggerezza del neon scarlatto,
il peso delle questioni fondamentali.
La loro gravità è tutto ciò che àncora le sedie alla terraferma.

Ti potrebbero interessare