Incontri e riflessioni

Solo sento

Scritto da Sara Franzin, classe 5BL il 01 Maggio 2020.

Solo sento

Non lo so che ore sono, solo vedo un piccolo spiraglio di luce. É una luce calda, riesco a percepire il profumo delicato di quelle rose appena sbocciate.

Le sento le api laboriose che si spostano ininterrottamente da un fiore all'altro, come sento il dolce cinguettare di usignoli, sui rami di alberi di pesco, rinvigoriti dalla splendida e fresca veste di fiori, che solo attendono l'arrivo dell'estate.
Lo sento il profumo pungente dell'erba appena tagliata.
Guarda come cresce in fretta ora. Guarda come nulla teme. Per troppo a lungo sfidata da lui, che la morte ne voleva. Alberi, sento le loro foglie. Una lieve e fresca sinfonia sta prendendo vita dentro di me, la sento, la sento scorrere nelle vene.
Se gli occhi tuoi provi a chiudere le riesci a sentire e vedere, quelle stelle piene di luce che rischiarano una mite e avvolgente serata di maggio. Ti stanno parlando ascoltale, non le evitare, invano. Guardiane di un universo apparentemente bloccato, rincuorano la mia anima, asciugano la lacrima, sollevano la mia anima verso la speranza che un giorno tu ed io le potremmo guardare e ascoltare assieme quelle stelle.
Non lo so che ore sono, solo sento le tue calde labbra avvicinarsi a me, nel sussurro di una dolce voce: "Andrà tutto bene".

Ti potrebbero interessare