Incontri e riflessioni

Sognando una scuola americana

Scritto da Arianna Rizzo e Romina Schioser il 22 Luglio 2010.

Settembre: inizia lo scontro scuola italiana VS scuola americana
La high school in America: un sogno per molti studenti italiani.



Anche quest’anno scolastico è finito. Finito in…una scuola completamente diversa dal nostro ideale. La nostra scuola ideale sarebbe quella che spesso viene presentata nei film: la scuola americana.
Ma la tanto sognata scuola americana è veramente come ci viene presentata nei film?

Abbiamo analizzato una testimonianza di una studentessa italiana che è andata a studiare in America e sono emerse subito le grandi differenze con la nostra scuola italiana.
Innanzitutto ci sono quattro anni di scuola superiore ovvero:
freshman, sophomores, juniors e senior.
sGli studenti devono iniziare a raccogliere crediti già dal primo anno di scuola,  frequentando corsi a loro scelta, però devono dare precedenza alle materie  obbligatorie (matematica, storia, inglese).
La scuola americana è divisa in due semestri, scadenzati entrambi in trimestri, e la scala di valutazione è in lettere.
A metà anno ci sono degli esami su tutto il programma svolto fino a quel punto: se però hai una media alta e non fai assenze sei esonerato dagli esami.
L’orario scolastico inizia circa alle 8.00 e termina alle 15.30/16.00. Alla fine di ogni giornata sono previste delle attività extra-scolastiche (ad esempio lo studio con l’aiuto dei professori) e delle attività sportive (basket, baseball,ecc). Ogni scuola ha la sua squadra di football e i suo team di cheerleader.
E’ proprio questo che fa sognare la maggior parte degli studenti: frequentare club in cui incontri persone con i tuoi stessi interessi. Ad esempio esistono  club di arte drammatica, computer, fotografia e anche alcuni finalizzati allo studio di uno strumento musicale.
Nella maggior parte delle scuole americane, è obbligatorio indossare la divisa e sono presenti gli armadietti. In tal modo gli studenti avranno un carico di libri molto inferiore a quello che portiamo noi tutti i giorni sulle spalle.
Come avete potuto notare,  sono molte le differenze tra la nostra scuola e quella americana, soprattutto nella scelta delle attività nel tempo libero.
Concludendo, diciamo che sarebbe sicuramente un’esperienza fantastica passare un anno scolastico in una scuola americana, conoscendo nuove persone e altri modi di vivere, ma sicuramente dopo poco avremmo nostalgia della nostra scuola che fin da piccoli ci ha visto crescere e maturare con qualche momento di delusione, ma anche con tanti ricordi felici e che ci ha fatto conoscere molte persone che ancora oggi sono importanti nella nostra vita.

Ti potrebbero interessare