Incontri e riflessioni

Mai solo

Scritto da Luca Tiso, 1AS il 16 Aprile 2011.

Mai solo
Sento rumori strani. Forti. Toppo forti. Sento urla. Ad un tratto anche la candida voce di mia mamma si trasforma in un urlo agghiacciante. Inizia a pregare Dio chiedendogli di salvare almeno me, in qualche modo.
No so cosa stia accadendo: prima tutto era quiete, ora  sono sballottato. Sto male.
Adesso sento il dolce battito del cuore della mamma. Ora sta aumentando. Non smette più di accelerare e non so perché. Non è il solito ritmo, quello che mi culla e mi dà pace...
Ad un tratto...ecco...sento un violentissimo colpo. E' meglio che mi giri. Silenzio. Non sento più né il battito né la voce rassicurante della mia mamma. Freddo. Ho paura.
Credevo che qui dentro sarei stato al sicuro. Stavo anche pensando di uscire tra un po’, ansioso di affrontare quello che sta fuori di qui, anche se non so come si chiami quel luogo, anche se non so cosa ci sia "fuori".
Adesso basta... Non ce la faccio più a pensare... Tutto è diventato freddo, gelido. Mi sento stanco, troppo stanco... Ho paura. C'è troppo silenzio: un silenzio che non avevo mai sentito...
Dove sono? Cosa sta accadendo? Dov'è la mia mamma? Perché non mi parla più? Perché non sento più il suo cuore?
Non la sento ma so che c'è. Sì, c'è. Io sono lei e lei è me. Non sono solo.

Ti potrebbero interessare