Incontri e riflessioni

La sua immagine. Limpida, ma senza colori.

Scritto da anonimo il 02 Ottobre 2012.

La sua immagine. Limpida, ma senza colori.
Questa è stata un'estate molto importante per me: ha cambiato radicalmente la mia vita.
E' successo tutto molto velocemente e senza preavviso, ed è stato un miscuglio di emozioni che non sono riuscita a ordinare e a capire.
Quest'estate sono venuti due uomini con il distintivo, a portare per sempre mio padre fuori dalla mia casa.
E' stato strano: nonostante i diversi suoi comportamenti sbagliati è difficile vedere una persona così vicina a te, trattata come un criminale.
Inizialmente ho provato ansia, paura per quello che stava succedendo; successivamente quel momento si è trasformato in un ricordo abbozzato, e infine in un pensiero senza emozioni.
Sono sicura che però è stato un bene tutto ciò che mi è successo: ora vivo molto più serena e tranquilla di prima.
Se una persona non riesce a controllare certi comportamenti, quali il desiderio dell'alcool, che diventa dipendenza, non è giusto debba influenzare negativamente gli stati d'animo di chi gli sta accanto.
Ora non lo vedo e non lo sento più.
Il ricordo della sua immagine è limpida, ma senza colori.
Non ha i colori perché non ha emozioni.
Non ha emozioni perché sarebbero troppo difficili e impegnative, troppo lontane e astratte.
Preferisco chiuderle in un cassetto della mente per non far arrivare nulla al cuore.

Ti potrebbero interessare