Incontri e riflessioni

La grandiosità della…felicità

Scritto da Anna Marsonetto, 3BL il 06 Aprile 2011.

Oggi pomeriggio, passeggiando per le viuzze del mio paese, ho incontrato un bimbo con il suo papà. "Ciao Joey", esclamo. Lui mi guarda con due occhioni colmi di gioia, alza entrambe le braccia e scuote allegramente le mani a destra e a sinistra. E' felice.
Gli chiedo come sta. Ha le guancette rosse come due melograni. Forse si vergogna, penso...
Sono felice.
Proseguo la mia camminata.
Amo ascoltare il via vai delle auto, le risate dei bambini, il fruscio degli alberi accarezzati dal  venticello di aprile. Amo vedere i prati costellati di margherite e tarassachi.
Sono felice.
Incontro un’ amica che decide di accompagnarmi durante la passeggiata, e cominciamo a parlare del più e del meno.
Man mano che trascorrono i minuti, i nostri discorsi si fanno sempre più intensi e interessanti: il nostro futuro, i nostri sogni, la primavera...l'amore.
Sorrido e penso: "sono felice!".
17.27. Ricevo un MMS da mia cugina. E’ la foto di Giosuè, suo figlio: un ‘cucciolo’ di sette mesi e sei giorni. Ha la bocca tutta sporca: oggi per la prima volta ha mangiato "un po’ di crema al cioccolato del profiterol", scrive Sara.
Sorrido. Oggi sono davvero felice.
21.29. Sto scrivendo, mentre ricevo un altro messaggio.
Questa volta non è Sara, ma Riccardo, il mio ragazzo. Mezz'ora prima gli avevo espresso il mio desiderio di scrivere. Mi risponde incoraggiandomi, dandomi qualche suggerimento. Ma quel che avevo in testa è già diventato parola. Ho voglia di raccontare la felicità, oggi.
Sì, la felicità. Quella felicità che, come ha scritto S. T. Coleridge "è fatta di frazioni infinitesimali: di piccole elemosine, di un bacio, di un sorriso, di uno sguardo gentile, di un complimento fatto con il cuore".
Ma la felicità è anche il saluto e gli occhioni spensierati e dolci di un bimbo, la chiacchierata con un'amica che ritieni preziosa, un MMS con la foto di un frugoletto che sorride con bocca e naso sporchi di cioccolata. Felicità è un messaggio ricevuto dalla persona che ami, felicità è sentire un brivido che attraversa la schiena, felicità è andare a letto dopo aver scritto queste righe…
Felicità è accorgersi che bastano queste piccole cose per rendere ‘grandiosa’ una giornata apparentemente ‘normale’.

Ti potrebbero interessare