Incontri e riflessioni

Inno alla... Noia

Scritto da Alice, 5BL il 30 Dicembre 2011.

Vorrei scrivere la Meraviglia, unica stella guida del mio pensiero.
Vorrei scrivere la Libertà che è in me
Vorrei che le parole riuscissero, così come vivono nella mia mente: fresche, spontanee.
Vorrei, vorrei... Peccato che sia priva di ispirazione in questi giorni. Sarà l'oziare, sarà che non mi è successo nulla di così particolare; nulla che mi rianimi da questo vuoto.
Eppure voglio scrivere. Cosa? Non lo so. Sento solamente riecheggiare le parole di una a dir poco buffa imposizione: “Scrivi! Racconta!”. E io lo faccio, o per lo meno ci provo.
Non sopporto questi momenti di “apatia”, mi annoiano. Nonostante riesca a riconoscerli nel loro arrivo, non faccio nulla a priori per superarli. E perché? Forse non posso. Anzi, ne sono sicura: sono consapevole della forza misteriosa della noia. Mi disarma.
Aveva ragione Baudelaire: la noia sarebbe capace di ingoiare il mondo con un solo sbadiglio. Se da un lato questa efficace immagine rende quasi concretamente il “potere oscuro” che mi trattiene, dall'altro, però, mi fa anche ricordare il caro Leopardi: “Soltanto gli esseri intelligenti provano noia”. Quale lieta consolazione!
… Ahimè, nonostante un sorriso amaro, continuo, immobile, a scivolare nell'abisso: gli occhi sembrano chiudersi, soffocando il desiderio di rinascita...

Ti potrebbero interessare