Incontri e riflessioni

In quella camera

Scritto da Mirela Slavcheva, 1DL il 09 Marzo 2011.

…eccolo sta arrivando dobbiamo andare lì in quella camera siamo in tanti piccoli e grandi ho paura non so cosa fare ci hanno detto di entrare dentro quella camera da quella camera non è uscito vivo nessuno adesso ci hanno detto che dobbiamo andare lì per la doccia ma io ho paura sento battere il mio cuore batte sempre più forte non voglio entrare 
ma ci obbligano eccoci siamo dentro e aspettiamo io penso ai miei genitori mamma perché mi hai lasciata mi manchi tanto anche tu papà vi voglio qui con me ho tanta paura sono sola piango e penso ho perso tutte le persone che amavo qui  ho perso la mia famiglia prima mio papà dopo mia sorella e infine mia mamma loro vi hanno portato via da me loro sono colpevoli loro mi guardo in giro vedo una donna con il suo bambino che non smette di piangere lei cerca di calmarlo ma non ci riesce piange e non smette tutti hanno paura pensano a quello che succederà stanno immobili e pensano a cosa potrebbe succedere lì in quella camera ad un certo punto comincio a sentire un odore strano vedo un po’ sfuocato attorno a me il panico tutti si spingono piangono gridano vogliono salvarsi uscire da quella camera ho visto che quella donna è lì a terra con il bambino in braccio lei non si muove sta lì immobile anche il bambino ha  smesso di piangere si vede che sono morti la testa comincia a girarmi non riesco a stare in piedi questo odore mi soffoca cado a terra e pian piano mi mancano le forze non voglio andarmene così da questo mondo non voglio che questa sia la fine della mia vita no no no…no…

Ti potrebbero interessare