Scrivono i Prof

Bagaglio a mano

Scritto da Monica Imperatore il 16 Novembre 2017.

Bagaglio a mano

Ore 18. Dopo il cambio a Prato ci siamo sistemati sui nostri posti prenotati nella carrozza 6 dell’Intercity per Trieste che ci riporterà a casa da Altopascio. Attraverso il corridoio centrale, per un ultimo rapido controllo. Quattro giorni di rassegna hanno lasciato segni di stanchezza nei corpi e nei volti, ma non negli occhi dei 22 studenti, rappresentanti i 5 istituti secondari di secondo grado di Portogruaro, che ritornano. Vedo i bagagli gonfi, perché i vestiti non piegati occupano più spazio.

Lettera di un cane al suo veterinario

Scritto da Redazione il 11 Gennaio 2017.

Lettera di un cane al suo veterinario

Il testo Lettera di un cane al suo veterinario, autrice la prof.ssa Chiara Cescut, ha partecipato ad un concorso nazionale promosso da Giovanelli Editore di Bologna dedicato a storie di animali, vere o di fantasia, classificandosi al quinto posto. Complimenti Chiara!

Un tuffo nel passato

Scritto da Redazione il 18 Ottobre 2016.

Un tuffo nel passato

La prof.ssa Chiara Cescut racconta che non si sarebbe mai decisa a partecipare ad alcun concorso, nonostante scriva da anni, senza l’incoraggiamento della scrittrice Licia Canton che ha tenuto il corso di scrittura creativa Writer in residence organizzato dall’Istituto Statale Marco Belli nel maggio scorso.

Qui, solo ossa e cotenne

Scritto da Prof B. il 18 Agosto 2016.

Qui, solo ossa e cotenne

Qui, solo con ossa e cotenne. Perché il resto di me è là, in un appartamento dove una meraviglia di signora nippo-brasiliana, terapeuta astrale trasferitasi in Irlanda con i paraphernalia d’ordinanza (dico dopo), mentre parlo comincia a tossire violentemente. Tosse grassa? Tosse secca? Saliva? Macché! Ma che ingenuo! Le succede sempre – spiega –, quando la sua aura cozza contro aure altrui non totalmente risolte.

Uno mica tossisce per dispetto. Il mio passato incombe?, non lo lascio alle spalle?, gli permetto di ferirmi? E lei tossisce. Scienza, signori. E io devo cambiare: se non provvedo subito, potrebbe risentirne il corpo fisico, essendosi quelli spirituale ed eterico ormai persi, “gone pear-shaped”, come le pere quando collassano su se stesse in un ultimo plòf. Potrei avere problemi al cervello – riprende -, alla pelvi… Ma mi basta cantare. Ogni giorno, sotto la doccia, pochi minuti. Ogni giorno, però.

Come ha fatto lei, che ha dato per tre anni a uno dei figli, ogni giorno, una goccia di latte (una!), e risolto in modo veloce e brillante un’intolleranza al lattosio. Poi mi regala un costosissimo materasso, realizzato in Brasile con tecnologie che sfruttano l’emissione positronica (vado a memoria). Risultato? Un mese d’alzatacce alle 3.30 del mattino. Sotto la doccia, però, un rusignólo.

Le classi quinte del nostro liceo incontrano Samuel Artale, testimone della Shoah

Scritto da Prof.ssa Maria Rita Bellomo il 20 Aprile 2016.

Le classi quinte del nostro liceo incontrano Samuel Artale, testimone della Shoah
È sempre un’emozione forte e coinvolgente ascoltare dalla voce di un testimone diretto della Shoah le atrocità e l’insensatezza umana legate a quel tragico fenomeno storico.
Sabato 16 aprile, nell’aula universitaria del Collegio Marconi di Portogruaro, gli studenti del nostro istituto hanno ascoltato il racconto dell’Ing. Samuel Artale, internato nel campo di concentramento e di sterminio di Aushwitz-Birkenau alla tenera età di otto anni.

Incontri con l'Auser in Toscana

Scritto da Patrizia Mares il 08 Aprile 2016.

Incontri con l'Auser in Toscana
L'uscita a Firenze degli studenti della classe 4AE prevedeva, insieme alla visita della città, l'incontro con i rappresentanti di alcune sedi dell'associazione Auser.
 
In particolare abbiamo incontrato i rappresentanti delle sedi di Sesto Fiorentino, Firenze, Empoli e Scandicci. L'accoglienza è stata veramente splendida e va espresso nuovamente il nostro sentito, grazie.
 
Di seguito quanto è stato pubblicato dall'ufficio stampa del Comune di Empoli:

Vedere anche: Liceali in gita da Portogruaro per studiare l'esperienza dell'Auser Empolese Valdelsa

Rodrigo Díaz al Marco Belli

Scritto da Prof.ssa Sara Pacifici il 10 Febbraio 2016.

Rodrigo Diaz
Sabato 16 gennaio 2016 è stato ospite del nostro istituto Rodrigo Díaz, direttore del Festival del Cinema Latino Americano di Trieste e presidente dell’ APCLAI - Associazione per la promozione della cultura latinoamericana in Italia - profondo conoscitore e promotore delle realtà culturali, sociali e politiche dell’America Latina e della sua cinematografia.
Io conosco il prof. Rodrigo Díaz dal 2004 e ho deciso di invitarlo perché parlasse un po’ ai nostri studenti di spagnolo della sua esperienza personale durante il golpe in Cile nel 1973.

Premiazione Corsa Campestre

Scritto da Prof. Luigi de Finis il 01 Febbraio 2016.

Ho il piacere di comunicare il risultato della premiazione della Corsa Campestre Provinciale, Categorie Allieve e Juniores.

1^Classificata: Campionessa Allieve PAGOTTO GAIA.

1^Classificata: Campionessa Junior LIRUSSI ANNA.

2^Classificate a Squadre Junior: LIRUSSI ANNA, TSIAHLIANKOVA HANNATABARO LUDOVICA.

Complimenti e, in bocca al lupo per le prossime gare regionali di marzo 2016!

Gold Awards 2015

Scritto da prof.ssa Milena Milly Lorenzon il 01 Febbraio 2016.

gold awards 2015 goldawards2016
Ho il piacere di comunicare che l’attuale classe 3BUha vinto il Golden Award 2015con l'aver partecipato, l’anno scorso, al progetto  "Let’s eat! Mix it!".
Capofila del progetto è la "Pioneer High school"di Singapore, con la quale, sempre lo scorso anno, è stato realizzato uno scambio. Complimenti agli studenti!

Alessia Parinetto, campionessa mondiale di karate

Scritto da Redazione il 18 Gennaio 2016.

Alessia Parinetto, campionessa mondiale di karate
Alessia Parinetto, studentessa presso il nostro Istituto, è campionessa mondiale di karate. L'Oro della categoria Cadetti Femminile Kata Wado Ryu, è stato conseguito ai Campionati Mondiali IKU a Maribor (Slovenia) nel mese di novembre 2015.
Pubblichiamo l'articolo tratto dal Supplemento n° 1 di CAORLEMARE Magazine n° 8/2015 Anno XXIV.
Congratulazioni Alessia!

Scarica l'articolo.

E il giorno della fine (non) ti servirà l'inglese

Scritto da Prof. B il 14 Dicembre 2015.

ombrello bianco
In How to be an Alien, un bel libretto umoristico del 1946, lo scrittore di origine ungherese George Mikes spiega quale sia la percezione che gli inglesi hanno di sé e dei coabitanti del globo terracqueo. Frequentata a lungo una giovane britannica che viveva a Budapest, un giorno l’autore si sente rivolgere da lei una proposta di matrimonio. Tuttavia la madre di George non vuole che il figlio sposi una straniera, e con ciò la proposta è rifiutata. “Io, una straniera?”, replica sbalordita la ragazza. “Ma io sono inglese! Lo straniero sei tu. Come è straniera tua madre. Se è così in Inghilterra, non vedo perché non dovrebbe esser lo stesso in Ungheria, nel Borneo o in Venezuela.”

Installami un po' questo!

Scritto da Prof. B il 25 Ottobre 2015.

Installami un po' questo!

U no. La saggezza della vecchiaia mi ha portato a concludere che, oggi, vendere merci è una delle poche azioni oneste ancora possibili. Nella sua limpidezza, il contratto di compravendita ha infatti qualcosa di nobile. Un venditore e un acquirente si incontrano; il primo trasferisce al secondo un diritto di proprietà; il secondo gli corrisponde un prezzo. Nessun infingimento, nessun sottinteso, nessuna morale. Chi vende qualcosa non pretende di illuminare l’acquirente sul senso della vita, né di guarirlo o di salvarlo. Si limita a vendere. E il fatto che il compratore ne sia consapevole è liberatorio: conclusa l’operazione, egli sa che potrà tornare a perdersi, cercarsi o salvarsi come più gli aggrada. Senza pagare.

Intervista a Licia Canton

Scritto da Prof.ssa Milena Milly Lorenzon il 05 Ottobre 2015.

Intervista a Licia Canton

È stata nostra ospite, lo scorso maggio, la scrittrice italo-canadese Licia Cantonche ha presentato il suo libro ALMOND WINE AND FERTILITY. Le classi 4AU, 4BU, 5AU, 5BU (a.s. 2014-15) hanno partecipato con vivo interesse. La scrittrice è molto conosciuta in Canada, dove dirige la rivista letteraria ACCENTI, ha scritto vari libri ed antologie, tiene conferenze in varie università canadesi ed italiane. È originaria di Cavarzere, ma vive da molti anni a Montreal, in Quebec.

Navigare la pagina